Music Man JP6 2007 Limited Edition

Questa volta vi descrivo le modifiche effettuate su una chitarra esageratamente bella. E’ attualmente la mia chitarra preferita….
Si tratta di una Music Man Petrucci JP6 Limited Edition 2007 nella colorazione BLUE DOWN.
Si tratta della versione Full Optional che include segnatasti a scudo, paletta in tinta con il corpo e piezo integrato nell’elettronica dello strumento.

Il corpo di questa chitarra è in Tiglio (3 pezzi), manico in acero occhio di pernice e tastiera in palissandro, le meccaniche sono Shaller autobloccanti, il capotasto è in grafite intagliato e preregolato per offrire una accordatura ottima e precisa e il ponte tremolo è a 2 colonne (tipo Floyd) per garantire un ottimo controllo nei vibrati e un mantenimento accordatura eccellente anche se sottoposto a pesanti stress e sollecitazioni. Il Piezo integrato nel ponte ha 3 controlli posteriori per volume e per i toni.

La chitarra ha 2 uscite Jack, una stereo per la parte passiva dell’impianto, e una mono per l’uscita piezo. Ovviamente entrambe le uscite si possono miscelare avendo a disposizione più di un amplificatore. Si possono ad esempio comandare contemporaneamente 2 amplificatori usando l’uscita stereo per i distorti (fantastica possibilità se si usano effetti tipo Delay o Eco) , e un amplificatore per i puliti usando l’uscita del piezo.

Da notare che nell’uscita piezo vi è la possibilità anche di miscelare il suono del piezo con quello degli Humbuckers in più posizioni!!!

Che dire…. La qualità costruttiva è esemplare, io ho personalmente posseduto altre 4 chitarre come questa ma nella colorazione Mystic Dream e sono sempre stato pienamente soddisfatto dalle potenzialità e suoni di questo strumento. Sarà anche che è come fatta su misura per me, comoda, ergonomica, con un manico mozzafiato!!!
Per quanto riguarda i suoni, ovviamente sono “grossi” molto puliti e definiti e molto potenti. Il DiMarzio D Sonic è micidiale.

Oltre a una ricablatura totale dello strumento ho apportato una modifica all’impianto, sostituendo il potenziometro originale del tono con un Push-Pull che mi permette di avere nella posizione centrale del selettore, dove normalmente lavorano solo le bobine interne degli Humbuckers, gli stessi che lavorano non splittati, e quindi a piena potenza insieme.

Ho avuto modo di provare, anche recentemente le nuove versioni BFR (Ball Family Reserve) che si differenziano principalmente per avere il blocco di legno centrale, dei 3 che compongono il corpo, in Mogano e gli altri 2 esterni in Ontano, Top in acero Quilted o Flame e il manico sempre in Mogano, posteriormente verniciato di nero. Descritto così potrebbe sembare che le differenze siano esageratamente tante…

In realtà è solo una questione di gusti, nel senso che le versioni non BFR, e cioè come questa che vi stò descrivendo hanno un suono più aperto, più squillante e vivo, mentre le versioni BFR hanno ovviamente grazie al mogano un suono più pieno, più profondo e imponente.

A me personalmente piace più la versione in questione, perchè prediligo suoni aperti e squillanti, soprattutto quando ci si lancia in assoli melodici e armonici, ma ripeto…. è solo una questione di gusti e di generi musicali che uno suona. La versatilità e suonabilità di questo strumento è più unica che rara, e per quanto mi riguarda sia per aspetto estetico che qualità di materiali usati, assemblaggio, liuteria generale, è uno strumento senza alcuna ombra di dubbio SUPERLATIVO!!!!