IBANEZ RGD 2127Z-ISH MARCO SFOGLI

Ragazzi questo è un autentico gioiello!!!!! Si tratta della IBANEZ RGD 2127Z-ISH del grande Marco Sfogli !!!! Questa chitarra, è da tempo in possesso di Marco, credo sia stata la prima che Ibanez gli ha dato da quando è iniziato l’endorsment. Di conseguenza ha vissuto buona parte della carriera di Marco, dai suoi album, alle sue collaborazioni, ai live su palchi internazionali etc etc Pertanto c’è anche un legame affettivo con questo strumento. Vi chiederete perché spiego queste cose…… Ecco la risposta :
Tra poco uscirà l’ultimo lavoro di Marco insieme ad Alex Argento, Andrea Casali e Virgil Donati, e questa chitarra ne farà parte integrante insieme alle altre che già conosciamo. Serviva della potenza, tanta! Per avere un muro di suono portentoso nelle ritmiche e non solo lì. Pertanto Marco ha deciso di farmi installare qui sopra un set di EMG 66/57 (che trovo fantastici per dinamica e corposità). Fin qui tutto bene!!! Manda manda Marco che la prepariamo a dovere!!!!!! Grazie ad Andrea IlPatta Pattacini che ha gentilmente fatto da tramite mi arriva codesta bellezza. Appena la apro mi sono sentito male…. Perché? Perché in quell istante ho realizzato che gli EMG7 sono enormi rispetto allo scasso originale presente sullo strumento, il quale era equipaggiato con una coppia di Dimarzio D-Activator7. Era pertanto obbligatorio allargare gli scassi originali per adattarli ai nuovi EMG. L’operazione potrebbe sembrare anche semplice seppur la quantità di materiale da asportare sia notevole, ma il problema/rischio più grosso è la particolare finitura di questa chitarra, che è verniciata con un sottilissimo strato di vernice nera opaca, senza nessuna laccatura superficiale. Questo comporta che durante la fresatura il rischio che la vernice si scheggi è veramente alto, e ciò comprometterebbe la bellezza estetica dello strumento. Essendo una chitarra come scritto sopra particolarmente importante per Marco, l’idea di dover fare questo lavoro mi ha letteralmente fatto sudare freddo….. Comunque pian pianino sono riuscito a fare questa modifica uscendone io sudato fradicio, ma la chitarra illesa 😁😁😁😁
È stato quindi montato questo set di EMG, eseguita una schermatura totale dei vani elettrici, con fondo in carbonio, pareti laterali in alluminio e parte superiore in alluminio anodizzato nero per mantenere comunque un aspetto estetico in linea con lo strumento. È stato eseguito un ricablaggio con cavi ad alta conduzione schermati, ed è stato inserito un miniswitch per attivare/disattivare l’SPC by EMG opportunamente modificato per avere un controllo di gain interno al vano elettrico tramite trimmerino ed essere appunto inserito o disinserito dal circuito in maniera True bypass tramite Switch. La batteria è stata fissata dentro al vano elettrico tramite apposito porta-pila lamellare a innesto laterale. Ultimano il lavoro una illuminazione del vano principale a led HD rossi, che al buio creano un effetto fantastico, e sportelli trasparenti per entrambi i vani. Ora tocca a Migi per tutti i controlli, setting e verifiche. Io non vedo l’ora di vedere Marco in azione con questa “belva infernale”!!!!!!